L’obiettivo della diretta streaming, della differita televisiva e del caricamento sul sito istituzionale del Comune, riguardo alla riprese delle sedute consiliari, alla luce delle dichiarazioni del vice sindaco, Rosario Viola, sembrerebbe quasi raggiunto, il condizionale, però, è d’obbligo. Lo pensano e lo dichiarano i consiglieri comunali di Minoranza al Comune di Modica, Marcello Medica, Filippo Agosta, Giovanni Spadaro, Ivana Castello, Salvatore Poidomani e Tato Cavallino, dopo l’esito dell’ultimo Consiglio Comunale, durante il quale è stata discussa anche una mozione a loro firma avente ad oggetto, appunto, “Riprese televisive delle sedute consiliari, loro messa in onda pure in diretta streaming, in differita e caricamento su una piattaforma, anche social”.

Durante la suddetta seduta consiliare, i consiglieri di Minoranza, hanno avuto modo di evidenziare che da circa un anno e mezzo le riprese televisive delle sedute consiliari, per opera dell’emittente televisiva Teleradio Regione S.r.l., anche se messe in onda in un canale secondario (697), hanno riscosso l’interesse di tanti cittadini che seguono con passione e curiosità l’attività del Consiglio Comunale. Si rileva, tuttavia, che ad oggi, sono tantissimi i cittadini che non hanno ancora la possibilità di seguire le sedute consiliari, sia per la mancanza di messa in onda in streaming e in differita, sia per l’impossibilità di visionarle in qualsiasi momento successivo e in una qualsiasi piattaforma, anche social.




A tal riguardo, il consigliere, Marcello Medica,

Continua a leggere NoveTv

la nostra Lettura diventa Premium

Sostienici o Accedi per sbloccare il contenuto!