“Avevo appena concluso una delle tante riunioni, quando il telefono ha squillato ed è stato un fulmine a ciel sereno- dichiara Alessia  Sudano- dall’altra parte del telefono, una voce tremante che chiedeva aiuto, con molto calma ho cercato di ascoltare quanto mi è stato raccontato, una telefonata a cuore aperto che non mi ha fatta esitare un attimo. Mariagrazia, la sorella di Valentina, mi racconta che grazie ad una diretta, dove gestivamo il caso di Tecla, hanno scoperto di questa ultima possibilità di intervento affinchè la sorella possa farcela a ritornare a riprendere una vita che ancora ha tanto da essere vissuta.

Prontamente mi sono fiondata a casa ed ho parlato, alle tante persone che ci seguono e che credono nel mio progetto, in questi casi, la tempestività è fondamentale.

La Famiglia di Valentina ha istituito una raccolta fondi su Go found me: https://gofund.me/c55b0b33 e messo a disposizione un proprio Iban del conto intestato a CORALLO VALENTINA IT58G0303284480010000002561 Credito Emiliano con il quale, inserendo la causale : Spese mediche per Valentina , è possibile donare.

Il loro appello parla da sé e spiega nel dettaglio, quanto sia indispensabile intervenire, abbiamo circa un 80% di probabilità, non lasciamo nulla di intentato”, conclude Alessia Sudano (Lo scontrino Sospeso).

 

Ciao a tutti, siamo Mariagrazia e Lorena, e oggi vorremmo parlarvi di Valentina, nostra sorella.

È il 2016 quando Valentina, dopo aver sentito al tatto un nodulo al seno, capisce che qualcosa non va, e dopo svariati controlli la tanto temuta diagnosi: carcinoma alla mammella triplo negativo.

Da lì si inizia con il primo intervento, seguito da chemio e radio terapia, e sembrava che la vittoria fosse dalla nostra parte, ma purtroppo nel 2020 il cancro si è ripresentato, stavolta in forma metastatica.

A seguire, altri interventi e nuovi tipi di chemio e radio terapia di ultima generazione, ma ad oggi siamo arrivati al punto in cui tutte le terapie provate non sono più efficaci, e se Valentina è ancora qui a lottare è solamente grazie al suo bimbo di 10 anni, che vorrebbe tanto veder crescere.

Per noi sorelle, l’idea che non ci sia più nulla da fare è impensabile e ci toglie il fiato, ma finalmente —dopo tante ricerche— un’ultima speranza ci è stata data dall’istituto “Medias Klinikum Onkologische Chirurgie” di Burghausen in Germania, istituto oncologico tedesco di avanguardia che da anni porta avanti studi in materia e che offre l’opportunità di una terapia rivoluzionaria con ben l’80% di possibilità di riuscita; tuttavia, questa terapia ha un costo molto elevato, e prevede fino a 4 cicli del costo di 19.250,00€ per ciclo, perciò è qui che con tutto l’amore possibile vi chiediamo di aiutarci, ognuno come può e senza alcuna pretesa ma con infinita gratitudine.

Grazie di cuore per la vostra attenzione!