Riaperto dopo 4 anni il teatro comunale di Vittoria, un gioiello dell’architettura neoclassica.

Ultimati i lavori di restauro, ieri, domenica  8 gennaio si è alzato il sipario con una cerimonia di inaugurazione e un concerto dell’orchestra sinfonica del Bellini di Catania diretta da Eckeard Stier.

Il teatro era chiuso dal novembre 2018 per le infiltrazioni d’acqua che avevano danneggiato le travi della copertura. Il tetto è stato ora sistemato, alcune capriate sono state restaurate come anche il manto delle tegole e il sistema elettrico è stato messo a norma con una manutenzione straordinaria.

“La città ha atteso questo momento di crescita culturale e civile”, ha detto ieri il sindaco Francesco Aiello.

“Il teatro  è parte fondamentale di un nuovo progetto culturale”m così il vice sindaco e assessore alla cultura Filippo Foresti.

Progettato da Giuseppe Di Bartolo Morselli, con affreschi di Giuseppe Mazzone e sculture di Corrado Leone, il teatro venne inaugurato nel 1877 dopo varie vicissitudini. Anche il nome è cambiato più volte. Inizialmente intestato a Vittoria Colonna, fondatrice della città, aveva preso il nome di Vittorio Emanuele II per tornare poi alla denominazione originaria.

L’edificio, che ha quattro ordini di palchi e una capienza di 380 posti, è stato costruito a fianco della chiesa barocca di santa Maria delle Grazie con la quale forma un originale unicum artistico. L’Unesco lo ha riconosciuto come “monumento portatore di una cultura di pace”.