Tragedia nella notte a Vittoria, al quartiere Trinità San Giovanni: un giovane di origini tunisine con uno straccio imbevuto di liquido infiammabile ha appiccato un rogo nell’abitazione di famiglia, tentando una strage familiare.

La madre, Mariem Sassi di 55 anni è morta a causa delle gravi ustioni riportate, il marito e gli altri figli sono gravissimi, ricoverati in ospedale.

Gli abitanti della zona hanno segnalato le fiamme alte e il fumo che ha invaso la strada, scatenando il panico poco prima delle tre del mattino. Il fuoco si è rapidamente diffuso distruggendo l’interno dell’appartamento.

La famiglia ha cercato di fuggire dalle fiamme, ma è rimasta intrappolata.

Stando a quanto si apprende il giovane tunisino avrebbe cosparso la casa di benzina e ne avrebbe buttato anche addosso ai familiari che dormivano. Il fatto sarebbe accaduto infatti intorno alle ore 2.

Il giovane tunisino, che si era allontanto, sarebe stato arrestato.

Sul posto ambulanze del 118, Vigili del Fuoco e Forze dell’ordine.

Rimangono ancora ignoti i motivi che hanno portato l’uomo a compiere il gesto.