Il Commissariato di Polizia di Vittoria ha denunciato un uomo che il 4 dicembre scorso si è reso protagonista dell’aggressione ai danni di dipendente comunale intento a svolgere il proprio servizio nel periodo emergenziale da covid-19 durante il periodo di “zona rossa”, della città di Vittoria.

L’episodio è avvenuto nei pressi dell’intersezione tra via Cicchitto e via Virgilio Lavore, nel momento in cui alcuni dipendenti comunali erano impegnati a rimuovere le transenne precedentemente predisposte per delimitare i varchi di accesso alla città, al termine del periodo “zona rossa” dello scorso 3 dicembre. Nell’occasione, mentre alcuni operai procedevano a smontare le barriere, un dipendente disciplinava la regolamentazione del transito veicolare per consentire ai colleghi di lavorare in sicurezza. Duranti tali operazioni da un’autovettura, a cui veniva fatto cenno di fermarsi, scendevano due soggetti uno dei quali, dopo le proteste verbali iniziali per essere stati bloccati, aggrediva fisicamente il dipendente comunale colpendolo con schiaffi e calci.

Immediato l’intervento degli altri operai presenti per cercare di calmare l’aggressore e riportarlo alla calma e quest’ultimo, come se nulla fosse successo, si allontanava subito dopo con la propria autovettura assieme all’altro soggetto.

L’operaio, che fortunatamente riportava lesioni lievi, denunciava l’aggressione subita presso il Commissariato di Vittoria che procedeva agli accertamenti finalizzati all’individuazione dell’autore dell’aggressore e del secondo soggetto con cui viaggiava.

Al termine delle attività investigativa la Polizia di Stato ha denunciato un vittoriese, per le lesioni cagionate all’operaio che assieme all’altra persone con cui era in compagnia il 4 dicembre scorso,  dovrà rispondere anche del reato di interruzione di un pubblico servizio.