Domenica notte movimentata per la volante della Polizia di Vittoria. Gli Agenti, durante un servizio di controllo del territorio per le vie del centro cittadino, intimavano l’alt a un’autovettura con a bordo quattro soggetti, già noti alle forze dell’ordine. Tra gli occupanti del veicolo un ventiseienne che, già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza specialee sprovvisto di documento di riconoscimento, tentava di sottrarsi all’identificazione declinando false generalità.

Ma il raggiro non riusciva al giovane che veniva riconosciuto smascherato dai Poliziotti che, allora,decidevano di controllare anche il veicolo, all’interno del quale, sotto un tappetino, veniva rinvenuto “un nerbo” della lunghezza di circa un metro.

A questo punto agli Agenti non restava altro che trarre in arresto il 26enne per violazione degli obblighi della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno e segnalarlo all’Autorità Giudiziaria per false dichiarazioni o attestazioni a pubblico ufficiale sulla propria identità e per porto di oggetti atti ad offendere.