Si è svolta presso la circoscrizione consolare di Valona, nel sud dell’Albania, la visita istituzionale del Sindaco del Comune di Modica, Maria Monisteri e del Presidente del Consiglio Comunale di Modica, Mariacristina Minardo. Alla manifestazione hanno preso parte la nota professionista del restauro Gaetana Ascenzo, Enrico Drago per conto del Consorzio di Tutela -Cioccolato di Modica IGP e la Band del gruppo musicale “Mode” di Antonio Modica, con la partecipazione di Lee Curreri, accompagnati da Francesco Pisana, tour manager della band modicana.

Un’esperienza all’insegna della condivisione, quale occasione di incontro che ha visto la città di Modica e di Valona in uno scambio culturale e di tradizioni. La manifestazione, in un articolarsi di incontri istituzionali presso la sede del Consolato con l’amministrazione locale di Valona, ha potuto beneficiare del prezioso contributo culturale da parte della dott.ssa Gaetana Ascenzo sulla storia dei Grimaldi a Modica, illustrando alcune tele dalla stessa restaurate. Il tutto accompagnato da una degustazione dei prodotti tipici del nostro territorio messi a disposizione dal Consorzio di Tutela – Cioccolato di Modica IGP, dal Consorzio di Tutela del Formaggio Ragusano DOP e dal Consorzio di tutela Cerasuolo di Vittoria DOCG e Vittoria DOC.

A conclusione dell’evento l’esibizione musicale de i “Mode” presso il Teatro “Petro Marko”, talento modicano conosciuto in tutto il mondo. Una esibizione travolgente che ha coinvolto con entusiasmo tutti i presenti.

Calorosa è stata l’accoglienza da parte della sig.ra Console, Iva Palmeri e del Vice Console, Antonio Rapisardi, a cui rinnoviamo i nostri ringraziamenti per l’invito e per il sostegno in quello che è stato definito un “Viaggio virtuale tra Modica e Valona”.

“E’ importante sostenere le attività di promozione del proprio territorio in un’ottica di sviluppo turistico consapevole per una migliore conoscenza dei luoghi. Il nostro auspicio è quello di una collaborazione futura tra le due città per un approfondimento di scambi culturali ed umani che possa unire i due territori. Un’apertura verso un percorso di gemellaggio con la città di Valona”.