Finalmente tornano le celebrazioni nuziali: dal 15 giugno via libera alle feste di nozze. I matrimoni potranno così essere di nuovo festeggiati con tutte le accortezze del caso, necessarie per farli ripartire in sicurezza. Infatti per organizzare un matrimonio sicuro ci sono una serie di fattori da valutare, vediamo insieme qui di seguito quali sono e come comportarsi.

Le nuove regole per partecipare ai matrimoni

Ma quali sono le modalità consentite di partecipazione ai matrimoni? Prima di ogni cosa tutti gli invitati che parteciperanno alle nozze dovranno essere in possesso del green pass. Si tratta di un certificato che ora sarà necessario per ogni tipo di evento e certifica che si è stati vaccinati oppure che si è guariti dall’infezione da Covid. C’è anche una terza casistica, ovvero l’aver fatto un tampone con esito negativo 48 ore prima della cerimonia. Il numero dei partecipanti varierà in base al luogo dove avverrà l’evento nuziale, con la differenza tra posti al chiuso e all’aperto. Ovviamente si continueranno a seguire i protocolli di sicurezza classici, cioè indossare le mascherine, disinfettare sempre le mani e mantenere le distanze dove possibile.

Prevedere un budget congruo

Calcolare il budget per un matrimonio è possibile, basta seguire una serie di consigli, cominciando con una lista comprensiva di tutte le voci di spesa previste e facendo una stima dei costi per ognuna. Nel farla bisogna mantenersi abbastanza larghi e considerare tutti i possibili imprevisti. Per ottimizzare i tempi, compilate la lista partendo dalle priorità, in maniera che se andrete a sforare il budget previsto, potrete rivederla per fare a meno delle cose poco importanti partendo dal basso.

Nella lista delle spese ci sarà anche il ricevimento e il budget in questo caso dipenderà dal numero degli invitati, e qui è bene rivedere più volte il nome degli ospiti per non sforare troppo. Se ci si accorge che il budget preventivato è troppo alto e non si hanno abbastanza risparmi, si può considerare una soluzione come il microprestito, che permette di ottenere la cifra necessaria facilmente e in poco tempo. Presentare una richiesta di questo tipo è piuttosto semplice e consente di avere subito la cifra necessaria a organizzare una festa indimenticabile.

Stipulare un’assicurazione per annullamento

Al giorno d’oggi, con tutte queste accortezze a cui pensare, esistono polizze assicurative che coprono casistiche come l’annullamento delle celebrazioni oppure gli imprevisti possibili. Queste polizze coprono eventuali catastrofi nuziali, dall’abbandono all’altare da parte di uno dei due sposi, ma anche la cancellazione dei viaggi di nozze oppure danni nel corso dell’evento. Si possono aggiungere tutte queste coperture durante la stipulazione dell’assicurazione, anche la perdita delle fedi nuziali.

L’unica cosa che queste polizze non coprono sono i tradimenti o le rotture che avvengono dopo il giorno del matrimonio. L’assicurazione per il matrimonio assiste gli sposi nella loro giornata più magica, facendo in modo che niente possa rovinare una festa così importante, né tanto meno la luna di miele.