Si è riunito anche stamani il COC, Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, ufficio speciale istituito dal sindaco di Scicli, Enzo Giannone, per l’emergenza Coronavirus.

Alla presenza della giunta comunale, e segnatamente dell’assessore alla protezione civile Ignazio Fiorilla e del caposettore del dipartimento comunale ing. Andrea Pisani, al COC di oggi ha partecipato il comandante della tenenza dei carabinieri di Scicli Paolo Giarrizza per i profili di ordine pubblico.

Ribaditi i divieti e le chiusure disposte dal nuovo decreto del Governo, quindi:

La fiera mercato del venerdì in via Merano a Donnalucata e quella di largo Gramsci del sabato a Scicli ospiterà solo gli ambulanti che vendono alimenti. Stessa regola per la fiera mercato di martedì in contrada Zagarone a Jungi: ci saranno solo gli ambulanti che vendono generi alimentari.  Sabato non ci  sarà la raccolta dei rifiuti ingombranti annunciata in contrada Zagarone.

Sono stati programmati i servizi di controllo del territorio, che verificheranno l’osservanza dell’obbligo di chiusura delle attività commerciali che non erogano servizi essenziali e l’osservanza dell’obbligo di rispettare i protocolli anti-contagio da parte di tutte le attività produttive e professionali.

Chi lavora in campagna, o fa attività artigianale deve mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro e indossare mascherine e guanti, e i presidi di sicurezza in genere. Sono vietate le passeggiate di svago. Si esce di casa solo per fare la spesa, comprare le medicine o andare dal medico. Le forze dell’ordine possono fermare anche chi esce a piedi. Chiunque si sposti anche dentro il Comune, deve avere con se’ la giustificazione. Si rischia una denuncia penale e la reclusione fino a tre mesi.

Il comune di Scicli ha inoltre attivato un servizio di messaggistica istantanea Telegram per la divulgazione di info da parte della Protezione Civile comunale.

Chiunque può registrarsi cercando il canale telegram “ProtezioneCivileScicli”.