Gianni Rossini

“Da Platone a Dante: l’Amor sognante”, di Gianni Rossini 

è una raccolta di poesie d’amore giovanili. Erano gli irripetibili anni 70 quelli in cui l’amore si cercava da parte dei maschietti  con l’incrocio di sguardi, pedinamenti, financo ai tentativi del primo approccio per strada quasi sempre andato a buca. Si cercava di cucire la tela dell’innamoramento coi fragili fili della ragnatela dei sogni.

Citando De André nella canzone “Un chimico”: guardate il sorriso guardate il colore come giocan sul viso di chi cerca l’amore, ma lo stesso sorriso lo stesso colore dove giocan sul viso di chi ha avuto l’amore”.

Oggi, nell’era della comunicazione e dell’emancipazione femminile, l’amore platonico è stato disarcionato e caduto tanto pesante fino al punto di poter dire che “EI FU”.

“Labirinti linguistici e macramè immaginifici e preziosi che rendono il lavoro di Rossini un affresco dove l’occhio si perde dentro mille sfumature diverse anche se la tonalità dominante della poetica di Rossini, la sua imperitura stella polare, è sempre data dal battito del suo cuore che riecheggia in ogni verso.” Tratto dalla prefazione di Alfredo Rapetti Mogol.




Localmente in vendita:

Modica: Oreb Libri

Scicli: Cartoleria San Paolo e Best Seller.

Disponibile anche in versione digitale (E-book)

Amazon:  https://www.amazon.it/Platone…/dp/8859173663/ref=sr_1_2…

La Feltrinelli: https://www.lafeltrinelli.it/da-platone-a…/e/9788859173663

Aletti Editore: http://www.alettieditore.it/poeti_transito/2021/rossini.html

GIANNI ROSSINI è un cultore della musica cantautorale, i suoi riferimenti massimi sono Luigi Tenco, Fabrizio De Andrè, Francesco Guccini e Giorgio Gaber. “Sono stati loro – racconta Rossini – i miei inconsapevoli tutor che mi hanno avviato a scrivere dei testi curando le rime e le assonanze; sono stati loro a trasmettermi gli strumenti per la scrittura”.