Continuano le attenzioni dell’Associazione 1° Maggio-Jungi verso le piccole e tante ferite che affliggono la città di Scicli.

“Sappiamo della carenza di personale e della mancanza di una squadra di manutenzione, conosciamo la situazione economica in cui versa il Comune di Scicli. Siamo consapevoli della situazione ma è chiaro che l’associazionismo non potrà mai sostituirsi agli interventi propri della Pubblica Amministrazione – affermano dal direttivo dell’associazione -. Spinti da senso civico e dalla promozione sociale, principi che sono nel nostro DNA, non smetteremo di adoperarci per risolvere qualche piccolo problema, per riparare qualche piccola buca, per sistemare qualche marciapiede e soprattutto di prenderci cura del verde, cavallo di battaglia della nostra Associazione.”




Così lo scorso 10 novembre l’associazione ha  provveduto a dare rimedio alla buca che si allargava ogni giorno sempre di più, nel centro storico, tra via Fiumillo, Santa Teresa e Vico Ettore Fieramosca. Fortunatamente le basole non erano tanto rovinate e si sono potute recuperare e sistemare.

La settimana scorsa, inoltre, l’instancabile Paolino Gambuzza, cuore dell’associazione 1° Maggio, ha sistemato anche una griglia per la raccolta di acqua piovana al Mercato Ortofrutticolo di Donnalucata. Dopo un sopralluogo effettuato assieme all’assessore Fiorilla, Gambuzza, armato come sempre di tanta buona volontà, di un sacco di cemento e della necessaria attrezzatura, ha sistemato la griglia che da anni creava un quotidiano pericolo ai tanti mezzi in transito nella struttura. Oltre a questa riparazione il componente dell’associazione 1° Maggio ha poi riposizionato alcuni pali della segnaletica stradale che erano stati abbattuti da chi mesi fa era intervenuto  per effettuare la scerbatura nella struttura. Senza quella segnaletica, giornalmente si rischiavano incidenti stradali.

Altre opere di manutenzione sono previste nei prossimi giorni in città da parte dell’associazione.