Di seguito un comunicato a firma di Margherita Gintoli, coordinatrice Fratelli d’Italia Scicli:




«Facciamo riferimento all’episodio di moria della fauna nelle acque del torrente Modica Scicli che si è verificata attorno al 20 Aprile u.s.
L’evento fu ai tempi denunciato da qualche residente con video e foto pubblicate poi sui giornali on line chiedendo a questa amministrazione di intervenire per accertare la causa di tale moria.
Anche Fratelli d’Italia Scicli chiese che l’amministrazione intervenisse affinché fosse analizzata l’acqua del torrente, affinché fosse eseguito un sopralluogo delle rive del torrente e affinché fosse interpellato il Sindaco del Comune di Modica per verificare il corretto funzionamento del depuratore del suo comune
Ebbene è passato più di un mese da allora e ad oggi non si ha ancora nessuna notizia dell’esito delle analisi, nessuna notizia del sopralluogo effettuato lungo le rive del torrente e nessuna notizia si ha della risposta del Sindaco di Modica.
Oggi è il 22 Maggio e fra 15 giorni si apre ufficialmente la stagione estiva in Sicilia. L’amministrazione comunale continua a lanciare slogan sulla ripresa del settore turismo ma, ci chiediamo, come farà l’amministrazione a fare ripartire un comparto vitale per l’economia del nostro paese se non è ancora in grado di assicurare la balneabilità di uno specchio di mare importantissimo nella economica locale?
Sindaco Giannone cosa aspetta ancora per poter notiziare i suoi cittadini sullo stato delle acque del torrente Modica Scicli, che poi sfocia lunga la spiaggia Donnalicata-Bruca?
Glielo chiediamo, Sindaco Giannone, perché davvero quest’anno vorremmo non dover subire l’ennesima umiliazione da Goletta Verde o da Lega Ambiente, che in piena estate, in genere attorno al 20 o 25 luglio, denunciano sui giornali la non balneabilità del nostro mare, attentando alla nostra stagione turistica e mettendo in serio dubbio la salubrità del nostro mare.




Reputiamo, Sindaco Giannone, che è un problema da affrontare ora e subito, anzi siamo già in colpevole ritardo, per evitare che i turisti, che a causa della crisi sanitaria del Coronavirus non sappiamo se arriveranno, siano poi costretti a dover scegliere altri lidi e altri paesi.
La invitiamo a intervenire immediatamente risolvendo nel minor tempo possibile l’eventuale causa della moria della fauna verificatasi ad Aprile, a fare analizzare ora le acque del mar antistate la foce del torrente e, nell’ottica di quel fantomatico piano di ripresa del turismo così tanto pubblicizzato dal suo assessore, di rendere subito pubbliche le risultanze delle analisi che potrebbero essere un punto di forza nello sviluppo del turismo a Scicli.
Confidiamo nella benevola accoglienza di questa nostra richiesta, auspicando  una maggiore e più chiara comunicazione verso le città, restiamo a disposizione del Sindaco Giannone per ogni collaborazione in questa delicata fase di ripartenza dopo la crisi Covid19»