Un risultato di portata storica. La giunta Giannone ha ottenuto il risultato inseguito da decenni. Sarà la Regione Siciliana ad acquisire, tramite una procedura che deciderà la Giunta di Governo (acquisto o esproprio), la Fornace Penna di Punta Pisciotto a Sampieri.

Il sindaco di Scicli Enzo Giannone commenta la dichiarazione ufficiale del Governatore Nello Musumeci a 24 ore dall’incontro tenutosi a palazzo d’Orleans a Palermo.




La ex fabbrica di laterizi, divenuta peraltro famosa come la “mannara del commissario Montalbano” entrerà nella pubblica disponibilità senza gravare sulle casse del Comune, e dei cittadini, di Scicli.

La Regione affiderà la gestione del sito al Comune dopo averlo acquisito e rifunzionalizzato con finalità culturali. Un obiettivo condiviso da tutte le forze presenti in Consiglio comunale e dal tavolo interistituzionale avviato in estate dal Comune, che ha assunto la cabina di regia dell’operazione.

“Fare presto e bene, intervenire con decisione e rapidità per mettere in sicurezza e salvare la Fornace Penna – commenta il presidente Nello Musumeci -.

La Fornace Penna è un monumento, noto ormai nel mondo, che ricade su di un’area che conserva molteplici testimonianze storiche e archeologiche. Salvarlo dal degrado e valorizzarlo è un dovere.  La Fornace è un bene prezioso e può diventare un centro culturale e sociale di attrazione.”