Si è svolta ieri, domenica 1 Marzo 2020, la seconda edizione della “Giornata Cittadina della Sicurezza Stradale” voluta dal Comune di Scicli su iniziativa dell’Associazione “Giovani Vite da Amare”, nel ricordo di Dario Campo: per  pensare in maniera nuova ed efficace alla sicurezza dei ragazzi quando si muovono sulle strade.

La manifestazione, condotta da Giovanni Giannone, ha vissuto diversi momenti: il primo “Lasciamo un Fiore”, davanti alla Stele dedicata alle giovani vittime della strada in Piazza Italia. Dopo il saluto dell’Amministrazione Comunale rappresentata dal vice-sindaco Caterina Riccotti, una preghiera e la benedizione della Stele grazie alla presenza di Don Concetto Di Pietro. A seguire Francesca Pisani ha letto un brano, “Successe all’improvviso” da “L’eleganza del Riccio”, momento commovente come quello di  Anna Trovato, che accompagnata alla chitarra ha eseguito un brano.

In Piazza numerose associazioni: Esplorambiente, Vespa Club Sampieri, Amici Motociclisti, Amici del Pedale, Gruppo 500 Tre Colli Scicli, Pieri Pieri pi Scicli, Avis, Aido, e ancora altri partner della manifestazione: la Scuola Famiglia Cataudella, Consorzio Revisioni Modica, Consorzio Autoscuole,  Amici Sportivi Tre Colli, Masci Scicli, Masci zona netina, Marinai d’Italia, l’associazione Archè, Atelier della Danza e il Duo Armonie Oniriche.

Al Teatro Italia si è svolto l’incontro “La Strada per Vivere e Gioire”, relatori: il Prof. Tonino Solarino, la dott.ssa Maria Rosa Portelli (comandante Polizia Municipale Scicli), la dott.ssa Daniela Giunta (ass. Gruppo Archè), il ten. Paolo Giarrizza (tenenza di Scicli), e infine  il Dott. Orazio Palazzolo.

Circa 60 minuti gli interventi degli ospiti presenti, tra questi anche gli assessori Fiorilla e Arrabito.

A seguire la consegna del Premio Dario Campo, premiazione effettuata alla presenza dell’artista Sasha Vinci, tra i giurati, che ha letto i premi assegnati (leggi anche qui) agli studenti e alle scuole che hanno lavorato al progetto “Giovani in MoviMento”, e le motivazioni delle scelte effettuate dalla Giuria.

Il Trofeo Dario Campo, consegnato dal dott. Salvatore Campo, assegnato al Consorzio Revisioni Modica. E poi a chiudere la parte mattutina in Piazza le “gare Slow Run” con Moto e Vespe, dimostrazioni di come si può vincere andando piano, rispettando i limiti di velocità.

Una giornata che deve servire a far riflettere e che deve aiutare a fare prevenzione, grazie anche agli appuntamenti organizzati nelle scuole, “L’incidente ci può anche stare – ha detto Salvatore Campo – ma la vittima, il morto, NO!”

Nel pomeriggio il meraviglioso spettacolo, sempre all’interno del Cine-Teatro Italia, a cura di Atelier della Danza, di Sonia Occhipinti: “Il fotografo cieco-poeta della luce”.

A chiusura della giornata la consegna Borsa di Studio Dario Campo, quest’anno assegnata a Piergiorgio Iozzia, proveniente dal Liceo Scientifico iscritto all’università dell’Aquila in Biologia e Giulia Favara proveniente dal Liceo Classico, iscritta all’Università di Urbino.

Foto: Pmm Group Scicli