Tutto è pronto per l’edizione 2012 della cavalcata di San Giuseppe a Scicli.

Si svolge proprio oggi, sabato 24 marzo, a partire dalle ore 18:00 a Scicli, la prima delle tre feste di primavera a Scicli.

La festa, che  affonda le sue origini nel lontano 1600, nel corso degli anni ha subito inevitabilmente dei cambiamenti, ma non è mai mancata la tradizionale rievocazione della fuga in Egitto di Giuseppe, Maria e del bambin Gesù.

Poi arrivò la bardatura, il cavallo viene cosi ricoperto di fiori (u balucu).

Anche stasera l’evento folkloristico e religioso nello stesso tempo si ripete. I cavalli bardati, montati da cavalieri vestiti con i caratteristici costumi della tradizione contadina siciliana, si raduneranno in Via San Giuseppe; poi tutti insieme intorno alle ore 18:30 muoveranno in direzione Piazza Italia, dove potranno essere ammirati dalle tante persone presenti, mentre compiranno alcuni giri della piazza.

Alle 20:30 circa, partirà il lungo corteo di cavalli, guidati dall’asinello con in groppa la Sacra Famiglia, che attraverserà le vie principali di Scicli.

Quest’anno in alcuni punti della città, dopo anni di assenza, saranno riaccesi i tradizionali “falò”.

Si ricompongono quindi gli elementi dell’antico rito e con essi il fascino e la suggestione della “festa”: il fuoco, come elemento sacro, dal chiaro significato catartico; la violaciocca, fiore primaverile, per celebrare la fine dei rigori invernali e il risveglio della vita, il fascino di un evento dalle forti connotazioni aggreganti, nel quale l’intera comunità cittadina, ancora oggi, si riconosce.

Giovanni Giannone