Clima di responsabilità e collaborazione in consiglio comunale stamani a Scicli, come rimarcato dalla presidente del consiglio Desirè Ficili, che ha ringraziato tutti, e fra questi i consiglieri di minoranza, per lo spirito costruttivo che anima il massimo consesso.

Il Consiglio ha approvato il Rendiconto finanziario 2021 dell’Ente, il Piano Triennale delle Opere Pubbliche e ha votato un emendamento che consentirà di accedere a un bando di finanziamento (decreto 187/2022) per un importo di 5 milioni di euro grazie a cui saranno realizzate importanti, attese e necessarie opere pubbliche: la messa in sicurezza del costone Santa Maria La Nova (lato grotta delle Cento Scale), la messa in sicurezza del costone San Bartolomeo (lato affaccio del convento della Croce), la messa in sicurezza della collina Lodderi, alla periferia della città, il collettore della acque bianche in via Ponchielli a Jungi e in viale I Maggio (le due strade si allagano quando ci sono piogge abbondanti).

Il sindaco Mario Marino ha ringraziato i consiglieri di minoranza per aver concesso la deroga rispetto ai 20 giorni concessi dalla legge a ciascun consigliere per vagliare gli atti relativi ai documenti finanziari. Ciò consentirà al Comune di partecipare al bando per le opere pubbliche.




“L’approvazione di queste misure  – dichiara il Sindaco – assume una valenza doppia, poiché entrambi propedeutici alla presentazione dell’istanza per partecipare alla ripartizione delle somme stanziate dal decreto 187/2022 per interventi riferiti a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Si tratta di uno strumento che permetterebbe a Scicli di ottenere 5 milioni di Euro funzionali al consolidamento dei costoni rocciosi di Santa Maria La Nova, San Bartolomeo-Croce e Lodderi. Inoltre, con questo finanziamento si andrebbe a realizzare anche il collettore di acque bianche in Via Ponchielli.

Si tratta – sempre Marino – di interventi infrastrutturali e di messa in sicurezza a lungo attesi che permetteranno alla Città di potenziare e migliorare l’attività di prevenzione del rischio idrogeologico. Mi preme ringraziare gli uffici comunali che si sono prodigati per predisporre questi strumenti e presentare istanza di partecipazione ai fondi sopracitati.

In conclusione, esprimo soddisfazione per il clima politico con cui è stata discussa l’approvazione di questi strumenti così importanti per la Città. Non solo, in un’ottica di responsabilità a favore della comunità, ringrazio i Consiglieri Comunali di Minoranza per aver concesso la deroga sui 20 giorni previsti per ogni Consigliere di consultare gli atti relativi ai documenti finanziari. A dimostrazione del senso di responsabilità, il Piano Triennale delle Opere Pubbliche è passato con il voto favorevole di tutto il Consiglio.”