La giunta Giannone ha deliberato la richiesta di riconoscimento da parte della Regione dello stato di calamità naturale per le piogge alluvionali del 25, 26 e 27 ottobre.

I danni subiti dal patrimonio pubblico, ammontano a 500 mila euro, mentre per la messa in sicurezza dei luoghi colpiti serviranno 2 milioni e mezzo di euro.

La richiesta indirizzata alla Regione Siciliana ammonta a una somma complessiva di 3 milioni di euro.

E’ di martedì scorso l’incontro palermitano con l’ing. Foti, capo della protezione civile regionale, in cui sono stati discussi gli interventi di messa in sicurezza e prevenzione del rischio idrogeologico più urgenti.

Nella foto l’assessore Ignazio Fiorilla e il sindaco Enzo Giannone