E’ al lavoro la prima commissione consiliare del Comune di Scicli per l’avvio del lavoro di progettazione del dossier che porterà Scicli, da qui al 2 Marzo, alla redazione della candidatura della città a capitale della Cultura italiana 2021.

Presieduta dal presidente Consuelo Pacetto, si è riunita giovedì pomeriggio, in Municipio, la prima commissione consiliare del Comune, ospite il vicesindaco e assessore alla cultura Caterina Riccotti.

Il Ministero dei Beni Culturali vaglierà le candidature, affidando a una commissione tecnica di esperti, le nomination che passeranno la prima fase selettiva.

La giunta Giannone avvierà a giorni una fase di condivisione con le forze culturali, associazione economiche e sociali della città per addivenire alla costituzione di un Comitato Scientifico che lavorerà alla candidatura. Per riuscire a superare gli step della selezione occorrerà far valere la massa critica che Scicli rappresenta in termini di stratificazioni culturali ed energie presenti in un’ottica di rete con altre realtà culturali del Paese e non solo.

A breve il privato culturale e il mondo associativo di Scicli saranno chiamati a un momento pubblico di condivisione e progettazione.

“Ho convocato una seduta di Commissione allargata a tutti i consiglieri comunali per presentare loro il bando sulla capitale italiana e per condividere insieme il percorso da seguire – spiega Consuelo Pacetto -.

Successivamente, congiuntamente all’Amministrazione, sarà mia cura convocare ed informare tutte le associazioni del territorio di tale opportunità, al fine di intraprendere un percorso comune partecipato e condiviso con tutti.”