Intervistato dal quotidiano “La Sicilia”, il sindaco Enzo Giannone commenta la proposta del deputato Orazio Ragusa di adattare il Busacca per ospitare casi meno acuti di Covid 19. Ecco le parole del sindaco di Scicli:




«La proposta dell’Onorevole Ragusa, che a me, nella qualità di autorità sanitaria della città, non è pervenuta – afferma il primo cittadino-, mi sembra tecnicamente improponibile, per quelle che sono le mie conoscenze in materia, sapendo, per esperienza diretta delle ultime settimane, la complessa macchina organizzativa che l’Asp ha messo in moto per organizzare il presidio sanitario di Modica.

Si tratta di pazienti che necessitano di un’assistenza specialistica, di strutture che garantiscano il massimo dell’isolamento e che possano tempestivamente provvedere all’assistenza respiratoria esterna e, nei casi più gravi, all’eventuale rianimazione. Sarebbero necessari personale medico e infermieristico e, soprattutto, attrezzature di cui purtroppo oggi si soffre la carenza in tutta Italia, come i CPAP, ovvero i ventilatori respiratori esterni.

Confidiamo comunque nella possibilità futura, a prescindere da questa emergenza, di una riapertura e riattivazione di tutti i servizi e i reparti dell’ospedale Busacca.

Questa esperienza sta insegnando a tutti che la politica indiscriminata dei tagli alla sanità è stata deleteria».