comune scicli newIn tempi di revisione della spesa pubblica ed in particolare in un Ente, il Comune di Scicli, purtroppo in condizione di effettivo squilibrio finanziario, c’è ancora chi sperpera risorse ( quelle dei cittadini ovviamente ) “celebrando”, col falso rito della responsabilità,  riunioni della Commissione Finanze.

Ma a fronte del “costo” di parecchie centinaia di euro (per i gettoni per il Consigliere Presidente e per i Consiglieri Commissari, per il tempo di presenza dell’Esperto del Sindaco, del Capo Settore Finanze, del Capo Settore Tributi, del Segretario Verbalizzante)  di ogni singola riunione quale è, mi chiedo, la cifra del contributo dato a favore della Città? Cioè a favore di tutti i cittadini sciclitani?Proprio dei cittadini che di fatto sovvenzionano con il pagamento delle tasse la “celebrazione” di tali veri e propri riti apotropaici ?

Mi rendo conto, purtroppo, che le risorse bruciate dal Signor Consigliere Presidente della Terza Commissione nonché Presidente della Onorevole Commissione di Indagine sulle Finanze del Comune di Scicli (a proposito, i verbali della Commissione d’Indagine sono stati segretati ) rappresentano ben poca cosa rispetto al danno evidente che ne sta derivando (e che ancora ne può derivare) alla Città.

L’aver cancellato le somme previste nel Bilancio di previsione 2013 redatto dalla Giunta, poi ribaltata dai “gemelli del (auto)goal” Susino- Cannata,  per l’avvio delle procedure per la redazione del nuovo PRG (relazioni, costituzione dell’Ufficio del Piano, materiale di consumo, risorse per gli Uffici ecc.) è stato un grave e concreto danno per la Città. Tale atto come ormai tutti sanno ha comportato il Commissariamento del Sindaco per il PRG e notevoli spese a carico dell’Ente per gli effetti del decreto di Commissariamento.

L’aver cancellato molti degli impegni (residui passivi) ha comportato lo stop  dei pagamenti ai fornitori ai sensi del DL 35, con grave rischio di dover restituire le somme accreditate alla Cassa DD.PP.

L’aver stralciato dal bilancio di previsione 2013 le risorse destinate alla manutenzione del PARF (i cosiddetti filtri) è stata una grave assunzione di responsabilità politica ma soprattutto (speriamo che nulla accada durante l’estate) esposizione a un grave ed irreparabile danno.

La lista, ahimè, potrebbe continuare. Qui non mi dilungo a parlare di personale, di proroghe su proroghe (forse senza nulla osta degli enti di competenza) di servizi e professionalità, di debiti fuori bilancio, di piano comunale dei rifiuti, di applicazione della legge anticorruzione, di valutazione ed erogazione del premio ai funzionari e dipendenti e di altre opache vicende riportate dalla Stampa in questi giorni.

Un voto e due domande (a me stesso queste ultime) solamente.

Faccio voto all’Assessore Savarino, affinchè in occasione della predisposizione del bilancio di previsione 2014 , reinserisca le risorse per l’avvio delle procedure del PRG, anche conferendo incarichi esterni e ciò anche per far cessare al più presto la fase commissariale e dare voce a tutta la città sullo strumento di pianificazione urbanistica. Nonché di denunciare pubblicamente chi eventualmente, ancora una volta, si dovesse, in tutte le sedi decisionali, opporre a tale stanziamento.

Le domande.

Chi dovrà pagare gli eventuali danni come sopra descritti  I soliti cittadini incolpevoli? Oppure chi li ha provocati recando, con le proprie scelte, probabile danno erariale?

Alla luce dei risultati conseguiti non sarebbe da apprezzare un gesto di umiltà e vera “responsabiità” da parte di chi massimamente li ha, col proprio autorevole parere, concepite, avallate e votate ?

Ed intanto, le Stelle (Organo di revisione )….. stanno, ovviamente, a guardar(si) !

Lo denuncio pubblicamente a questo punto: questi Signori, ancora vanamente appalazzati, mi reputano, come cittadino, un imbecille.

 

Sandro Gambuzza