“Un problema annoso, che periodicamente si affaccia in tutta la sua evidenza e che lascia spazio a molteplici perplessità: la scerbatura di Scicli, Jungi e borgate, nonché le strade extra-urbane di competenza comunale. A noi Scicli al Centro sono pervenute molteplici segnalazioni, a partire dalle condizioni di Via XXV Aprile, Via Carlo Cattaneo, adiacenti al Geodetico, e la frequentata area verde in Via Pietro Nenni, l’unica in questa zona densamente popolata. Tralasciando le condizioni del manto stradale delle suddette vie, appare evidente come esse, al pari di altre aree della città, siano in condizioni di abbandono.” Un comunicato dato alla stampa a firma della Segreteria di Scicli al Centro, dove si legge ancora:




“Siamo tutti ben consci delle ristrettezze logistiche e finanziarie che attanagliano Scicli e gli altri Comuni, eppure, ci chiediamo come si possa demandare gran parte dell’attività di scerbatura, con annessa raccolta di rifiuti eventualmente individuati, alle encomiabili iniziative di volontariato che, periodicamente, si tengono sul territorio. Il volontariato, per quanto nobile ed apprezzabile, non può ma, soprattutto, non deve sostituirsi integralmente al Comune, quale Ente preposto all’erogazione dei

Continua a leggere NoveTv

la nostra Lettura diventa Premium

Sostienici o Accedi per sbloccare il contenuto!


SOSTIENICI


Hai perso la password?