Sono passati diversi mesi dagli esposti presentati da Legambiente di Scicli sull’impianto Acif denunciandone illegittimità legate alle strutture e di natura ambientale. A seguito di quell’esposto ci fu un intervento del nucleo operativo ecologico di Catania, che sequestrò l’area, poi dissequestrata dopo il ricorso della ditta, e del Genio civile che riscontrò degli abusivismi edilizi.

Oggi che quasi tutti i termini per le proroghe richieste dall’Acif per presentare la documentazione, per ricorsi e controricorsi, sono in scadenza, ci si chiede quali conseguenze queste azioni abbiano avuto e come si stiano muovendo gli enti preposti.

Sull’argomento interviene anche sinistra italiana di Scicli che in qualche modo sollecita l’amministrazione comunale a rendere pubbliche eventuali azioni intraprese in seguito agli ultimi avvenimenti che riguardano l’impianto Acif.