AKAN-EricGli uomini della Squadra Volanti della Questura di Ragusa, hanno arrestato Eric Akan, ghanese di 28 anni, e domiciliato a Marina di Ragusa, per tentata rapina in abitazione e porto d’arma impropria.

Ieri, infatti un residente della frazione di Marina di Ragusa ha chiesto aiuto al 113, in quanto era entrato in casa sua un uomo con una spranga di ferro in mano e stava minacciando la moglie. In pochi istanti sono giunti sul posto due equipaggi della Squadra Volanti che hanno notato un ragazzo fuggire dall’abitazione segnalata con la spranga ancora in mano. L’inseguimento durava pochi metri in quanto Akan Eric, cittadino ghanese al quale è stata rigettata la richiesta di asilo, veniva circondato dagli agenti, disarmato ed ammanettato.

Le vittime hanno riferito, di trovarsi in casa dopo aver cenato e che ad un tratto avevano udito i cani abbaiare, per questo si erano affacciati dalla veranda della loro villetta singola, per capire quale fosse il motivo. I due coniugi hanno notato un extracomunitario con una spranga di ferro in mano che dopo aver saltato il muro di recinzione si stava dirigendo verso le scale della loro casa. Il marito tempestivamente chiamava la Polizia mentre la moglie cercava di chiudere la porta andando incontro a malvivente; i due entrano in contatto e l’uomo minacciandoli con un tubo di ferro chiedeva di consegnargli del denaro.

Le vittime impaurite, hanno preso tempo forti del fatto che avevano chiesto l’intervento delle Volanti; lo stesso è stato bloccato a 20 metri di distanza dall’abitazione con l’arma ancora i mano. Eric Akan dopo essere stato perquisito, è stato accompagnato in Questura dove la Polizia Scientifica lo ha foto-segnalato acquisendo le impronte digitali. Al termine degli accertamenti, l’arrestato è stato condotto presso la locale casa circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.