Il sindaco di Ragusa Peppe Cassì ha deciso di querelare per diffamazione i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle.  Il motivo viene spiegato dallo stesso Sindaco, che scrive:

“Cari consiglieri 5 Stelle, avete deciso di attivare la macchina del fango e non intendo seguirvi su questa strada: come si dice, non conviene mettersi a discutere con un imbecille perchè ti batte con l’esperienza. Non volendo offendere nessuno e traslando il principio al nostro caso, non conviene scendere nella polemica con chi utilizza proprio la polemica e il discredito come caposaldo della sua azione politica.

Mi accusate senza mezzi termini di voler utilizzare soldi pubblici per saldare un debito verso un mio sponsor elettorale. Uno scambio vergognoso per il quale è prevista dalle nostre leggi una condanna penale.

Sapete bene, voi per primi, che si tratta di una solenne menzogna, una mistificazione, ma avete scelto ugualmente di inerpicarvi per questa china.

Delle due l’una: o avete ragione voi ed è voto di scambio, o avete torto ed è diffamazione. Lasciamo che sia la Magistratura a decidere. Ho deciso, infatti, di sporgere querela.