È lo studente Riccardo Massari dell’Istituto comprensivo Salvatore Quasimodo il vincitore della XI edizione del concorso di scrittura creativa “Caro diario, ti scrivo…” nato in memoria della docente Antonella Licitra, la compianta insegnante dell’istituto Vann’Antò, e prematuramente scomparsa nel 2010, manifestazione promossa dall’artista Sandro Bracchitta, marito di Antonella.

La premiazione del concorso rivolto agli alunni delle terze classi delle scuole secondarie di primo grado del comune di Ragusa si è svolta lo scorso 16 dicembre, presso l’auditorium dell’istituto scolastico ragusano, con un pubblico ridotto a causa delle restrizioni dovute al covid, ma con l’immutata voglia di comunicare da parte dei ragazzi che, come sempre, riescono a stupirci grazie alla loro capacità di esprimersi e di trasmettere emozioni. Le pagine del diario di Riccardo Massari, che in qualità anche di giovane attore della compagnia G.o.D.o.T., ha letto le pagine di diario dei ragazzi finalisti, comprese le sue.  Le sue pagine risultavano di rara intensità e innegabile poeticità e hanno colpito la giuria.




Con le sue parole è riuscito a raccontare una storia partendo da un rapporto non scontato con suo diario. A lui è andato un computer portatile. Il secondo premio, un buono libri del valore di 250 euro, è stato vinto da Flavia Iurato, dell’Istituto comprensivo Francesco Crispi mentre il terzo premio è andato a Alessandra Valvo dell’Istituto comprensivo Francesco Crispi che ha vinto un buono libri del valore di 150 euro.

Menzione speciale agli scritti di Adriano La Rocca dell’Istituto comprensivo Vann’Antò e di Marcello Di Raimondo dell’Istituto comprensivo Berlinguer che hanno ricevuto una selezione di libri a cura di Angelo Licitra, fratello di Antonella e unico giurato fisso delle giurie che si sono susseguite in questi undici anni. Gli altri giudici della commissione sono stati Agata Arezzo, Irene Marcinò, Giorgetta Occhipinti, Laura Ragusa, Simona Randone, Lorenzo Smecca, quest’ultimo vincitore nel 2010 della prima edizione dello stesso concorso che oggi l’ha visto come giudice. I premi sono stati consegnati dal dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Vann’Antò, professoressa Teresa Giunta e dal presidente della giuria del concorso prof. Sandro Bracchitta. A dare voce alla produzione diaristica femminile è stata Emma Bracchitta, anche lei giovane attrice della Compagnia G.o.D.o.T. riuscendo a donare particolare intensità a questi scritti.




Anche se fisicamente sono stati presenti solo premiati ed accompagnatori, grazie alla possibilità di seguire l’evento in diretta streaming, sono stati tanti coloro che hanno potuto partecipare alla manifestazione, che quest’anno ha visto una grande novità.

È stato infatti presentato un volume molto interessante, la raccolta antologica che raccoglie dieci anni di emozioni scritte in forma di diario, parole che appassionano e fanno sorridere, riflessioni che toccano il cuore. L’edizione del libro è a cura della casa editrice ragusana Abulafia, rappresentata in sala da Saro Distefano.

Anche questa edizione è riuscita a regalarci tante emozioni e commozione e il pensiero più grande va ad Antonella Licitra, come ha anche ricordato l’assessore comunale alla pubblica istruzione, Giovanni Iacono, che riesce ancora ad ispirare e stimolare, trasmettendo la gioia di vivere e l’amore per i ragazzi e per la letteratura che la contraddistingueva. Grazie  infine ai giovani studenti, che raccontando i loro pensieri, i loro timori ma anche le loro speranze e le loro gioie, permettono di scorgere una parte del mondo adolescenziale, ricordandoci quanto può essere potente la forza che trasmette la scrittura.