Alessandro Ben Chabene, vittoriese di 17 anni, è il vincitore del “Premio Salvatore Padua 2020”, intitolato al grande campione dell’atletica leggera nato a Scicli e morto a Sondrio, vittima di un incidente stradale a soli 28 anni.

Le imprese del giovanissimo atleta ipparino, che si è distinto nella specialità del salto in lungo, hanno riscontrato l’unanimità dei consensi all’interno della Commissione esaminatrice del “Premio Padua”, composta da Adolfo Padua, presidente, Salvatore Piazza (commissario straordinario Libero Consorzio comunale), Pina Distefano, Maria Monisteri, Sergio Cassisi, Alessandro Bracchitta, Claudio Alessandrello, Francesca Giucastro, Alfina Marino, Vito Veninata, Alessandro Bongiorno e Giuseppe La Lota.

Il curriculum di Alessandro Ben Chabene, tesserato con l’Asd No al Doping Ragusa e allenato dall’ing. Mauro Guastella, è di altissimo livello tecnico e agonistico. L’atleta ha conquistato la 13esima posizione nella classifica mondiale Iaff 2020 under 18 nel salto in lungo con 7,36 metri.

Nella classifica italiana Fidal 2020 allievi s’è aggiudicato la prima posizione nel salto in lungo.

E’ stato campione italiano 2019 nella categoria cadetti salto in lungo.

Ha conquistato il bronzo ai campionati italiani allievi outdoor 2020 salto in lungo.

E’ primatista regionale cadetto salto in lungo con 6,97 metri.




Vanta 4 titoli regionali individuali: campione siciliano 2019 cadetti salto in lungo; campione siciliano 2019 cadetti 80 m; campione siciliano 2017 ragazzi salto in lungo; campione siciliano 2017 60 metri; bronzo regionale 2019 cadetti Esathlon.

Detiene 7 primati provinciali: categoria ragazzi 60 mt con 7’20; salto in lungo con 5,63 mt; categoria cadetti 80 mt con 9’00; salto in lungo con 6,97 mt; 4×100 con 46’77; categoria allievi salto in lungo con 7,36 mt; 200 mt con 22’49; 4×100 con 45’46.

La Commissione successivamente ha valutato altri atleti meritevoli di segnalazione. Si tratta di Vincenzo Adamo, 18 anni, nuotatore di Ragusa tesserato con la Società Nuoto Chiaramonte; Mirko Campagnolo, acatese di 16 anni, che si è distinto nella specialità Lancio del peso categoria cadetti; Matteo Agosta, 15 anni, ragusano, campione italiano esordiente B 2019 con la società “Judo Club Koizumi Scicli”.

Infine è stato assegnato il Premio

Continua a leggere NoveTv

la nostra Lettura diventa Premium

Sostienici o Accedi per sbloccare il contenuto!


SOSTIENICI


Hai perso la password?