I “Ragusani nel mondo” (la foto a lato è del 2012) tornano in presenza. Sabato 31 luglio sarà piazza Libertà ad accogliere e riabbracciare coloro che nel mondo hanno portato alto il nome della provincia di Ragusa ci sarà nuovamente il pubblico, anche se, naturalmente, con ingressi contigentati e in numero minore per garantire il distanziamento sociale.

Dopo la digital edition del 2020, a tutti gli effetti un’anteprima, riparte dunque il premio “Ragusani nel mondo” con la sua 26esima edizione. Dopo aver celebrato il traguardo delle 25 edizioni, adesso si apre un nuovo ciclo che guarda alla sobrietà per recuperare il significato più intrinseco del premio stesso, l’appartenenza alla propria terra d’origine. Una ripartenza che ha avrà anche un significato di ottimismo e auspicio per un ritorno verso la normalità, mettendoci alle spalle un passato fra i più incerti della storia contemporanea. Un messaggio di speranza che anche il premio, fra tutti gli eventi pubblici e privati dell’estate 2021, vuole dare alla comunità iblea, sullo sfondo di una recuperata fiducia a livello nazionale.




“Con il coinvolgimento di numerosi componenti dello staff organizzativo, in collaborazione con alcune aziende private e il patrocinio di enti pubblici , sarà realizzato un evento che vuole raccontare ancora una volta storie umane e professionali in capo a iblei che si sono affermati in Italia e nel mondo e che vada a braccetto con la promozione del territorio ibleo”, commenta il direttore dell’associazione Ragusani nel Mondo, Sebastiano D’Angelo che assieme al presidente Salvatore Brinch e al

Continua a leggere NoveTv

la nostra Lettura diventa Premium

Sostienici o Accedi per sbloccare il contenuto!


SOSTIENICI


Hai perso la password?