Il Dipartimento di Prevenzione Veterinaria Servizio di Sanità Animale – ASP di Ragusa – direttore Giorgio Blandino – informa che è stato approvato – Decreto Intersettoriale n. 765/2022 – il “Piano regionale di interventi urgenti per la gestione, il controllo e l’eradicazione della Peste Suina Africana nei suini di allevamento e nelle specie di cinghiale”.

«L’attuazione del Piano – sottolinea il dr. Blandino – mira a ridurre il rischio di introduzione dell’infezione negli allevamenti di suini e a migliorare la gestione dei cinghiali presenti sul territorio.»

Al fine di prevenire l’infezione,  agli allevatori di suini è prescritto di: Non somministrare scarti alimentari ai suini; Non introdurre suini da allevamenti non registrati; Rispettare i requisiti di biosicurezza dei propri allevamenti; Prevenire il contatto dei suini con i cinghiali selvatici; Evitare l’ingresso in allevamento di personale e mezzi non autorizzati; Tenere aggiornata l’anagrafe (identificazione e registrazione dei capi, registrazioni movimentazioni;  Chiamare subito il veterinario in caso di aumento di morti improvvise o di animali ammalati.

La Peste Suina Africana – PSA – è una malattia infettiva contagiosa di suini e cinghiali, causata da un virus a DNA – Gen. Asfivirus – che non colpisce gli esseri umani. Nonostante la malattia sia limitata ai suini e non abbia carattere zoonotico il suo impatto socioeconomico è rilevante.

Essa si caratterizza per alti tassi di mortalità e morbilità di suini e cinghiali e per ingenti perdite produttive ed economiche dovute alle restrizioni commerciali non solo di suini vivi ma anche di carne e prodotti derivati.

Data l’assenza di misure di profilassi dirette, quali la vaccinazione, e di una terapia specifica si richiede un massimo livello di attenzione. Le attività di profilassi si basano esclusivamente sull’applicazione di misure di prevenzione, sull’attuazione di una efficace attività di sorveglianza e di notifica a cui sono chiamati a concorrere le istituzioni, associazioni di categoria, gli allevatori e tutti i cittadini.

Dal sito dell’ASP è possibile scaricare il decreto n. 7656/2022 e la brochure informativa.