“L’ennesimo episodio verificatosi in via Paestum a Ragusa non ci può fare dormire sonni tranquilli. Per questo ho chiesto alle ferrovie di trovare una soluzione in tempi rapidi ed evitare che il transito del treno in quella zona si trasformi in una sorta di roulette russa”.

E’ quanto afferma il presidente del Consiglio comunale di Ragusa, Giuseppe Di Noia, dopo essere stato allertato sull’ennesimo transito della littorina mentre le sbarre del passaggio a livello erano alzate, per di più in orario di punta.

“Abbiamo potuto appurare – afferma Di Noia – come si tratti del terzo episodio del genere dal mese di agosto ad ora. E chissà quanti altri casi simili si sono verificati nei mesi precedenti. Siccome riteniamo, come impone il buon senso, che prevenire sia meglio che curare, ho deciso di mettere istituzionalmente in rilievo le preoccupazioni che l’intera cittadinanza sta sollevando, consapevole che l’interlocutore, in questo caso le Ferrovie, abbia tutto l’interesse a fare sì che eventi simili non debbano più ripetersi.

Ci hanno assicurato che, ogni qualvolta le sbarre sono alzate, il locomotore procede a passo d’uomo e quindi non possono registrarsi problemi di alcun tipo. Ma noi preferiremmo che tutto si svolgesse nella maniera più regolare possibile, senza che si registrino anomalie di alcun tipo. Devo dire che guardando le foto dell’ultimo fatto del genere sono rimasto abbastanza perplesso. Facendo una piccola ricerca, mi sono accorto che negli ultimi quattro mesi l’evento si è verificato due volte in orario serale, sempre alla presenza di un traffico molto elevato, e una volta, l’ultima, a metà mattina. Quindi c’è qualcosa che non va, di tanto in tanto, nel meccanismo che dovrebbe garantire l’automatico abbassamento delle barriere. Speriamo che i tecnici competenti possano provvedere nella maniera dovuta a risolvere la spinosa faccenda”.