Si sono conclusi ieri sera a Ragusa i festeggiamenti  della Madonna del Carmine.

Ieri mattina la Santa messa presieduta dal vescovo Giuseppe La Placa, con la presenza del seminario di Ragusa.

Ieri pomeriggio la processione esterna del Simulacro della Madonna.

La Madonna del Carmine, ha visitato la Cattedrale di San Giovanni Battista, San Francesco di Assisi, le suore della Beata Schininà e Beata Candida.

Alle 18, sparo di colpi a cannone e scampanio a festa che hanno dato il via alla solenne processione.

Al rientro del simulacro l’intrattenimento musicale a cura del corpo bandistico San Giorgio – Città di Ragusa e, a seguire, lo spettacolo pirotecnico della ditta Massari.

Una preghiera di Padre Gianni Iacono,  per tutti i presenti e per i tanti che hanno seguito collegati via web: una  preghiera di affidamento alla Madonna prima della fine dei festeggiamenti.

Emozionati i devoti e fedeli, una comunità che dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia ha potuto finalmente rivedere tra le vie della città, portata in processione, la Madonna del Carmine.

Foto: S. Bracchitta