Gli uomini della Squadra Volanti di Ragusa, hanno tratto in arresto Giorgio Basile, 59 anni nato a Modica, responsabile del reato di lesioni personali volontarie e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Nottetempo infatti era pervenuta una telefonata al “113”, con la quale è stata segnalata una donna che urlava, all’interno di una abitazione ubicata in pieno centro storico a Ragusa. Il personale delle volanti, si è recato immediatamente sul posto e, già dalla strada, udiva le urla provenire dall’abitazione segnalata e un uomo che, ad alta voce, diceva frasi del tipo “Sei una puttana, ti taglio la testa”.

I poliziotti bussavano alla porta di casa ma inizialmente non ricevevano alcuna risposta. Vista la gravità della situazione gli agenti sono entrati trovando l’uomo con il pigiama sporco di sangue, che tentava di impedire l’accesso ai poliziotti aggredendoli. Gli agenti per fermare la furiosa condotta violenta posta in essere dal soggetto in questione, sono stati costretti a bloccarlo ed ammanettarlo. Ciononostante l’uomo, identificato per il BASILE ha continuato a minacciare e ingiuriare i poliziotti, riferendo loro che erano dei cornuti e che li avrebbe fatti ammazzare dai “palermitani”. I poliziotti hanno trovato la vittima che presentava tutti i segni dell’efferata violenza subita; la stessa aveva il volto tutto coperto di sangue e tumefatto.

E’ stato subito accertato che il BASILE per futili motivi di gelosia aveva aggredito la propria moglie. A seguito delle gravi ferite riportate la vittima è stata costretta a recarsi al Pronto Soccorso dove i Sanitari le diagnosticavano delle lesioni guaribili in 20 giorni.

Giorgio BASILE, è stato tratto in arresto e associato alla Casa Circondariale di Ragusa, a disposizione della Procura della Repubblica Presso il Tribunale di Ragusa.