Sono oltre una ventina i locali che hanno aderito all’iniziativa “Io bevo sicuro” promossa, nell’ambito di un progetto finanziato dalla Regione, dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Ragusa all’interno della progettualità del Distretto Socio Sanitario n.44. Una vera e propria campagna di sensibilizzazione che tende a invitare i giovani a ridurre l’uso dell’alcool invogliandoli a scegliere sempre più i cocktail analcolici.

Per raggiungere questo obiettivo, i locali che hanno aderito si sono impegnati ad abbattere del 50% i costi dei cocktail analcolici. I giovani fruitori che sceglieranno di acquistarli riceveranno delle tessere-punti che serviranno ad ottenere in regalo magliette, chiavette usb, portacellulari e altri divertenti gadget con il logo del progetto.

Dopo l’anteprima nel corso del festival “A Tutto Volume”, abbiamo avviato il progetto già da qualche settimana anche a Marina di Ragusa trovando l’adesione di numerosi locali – spiega Francesco Barone, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ragusa – Nel corso delle varie serate il Comune, assieme ai locali, promuove la campagna “Io bevo sicuro” mediante momenti di attrazione e la presenza di gruppi musicali. Richiamiamo l’attenzione dei giovani per poi lanciare il messaggio chiave contro l’abuso dell’alcool. Durante l’estate avremo numerosi testimonial che staranno accanto al nostro progetto. Già lunedì sera, 30 luglio a piazza Pola a Ibla, prima dello spettacolo, alle ore 19, l’artista Joele Dix incontrerà i giovani presso la Caffetteria Donnafugata, uno dei locali che ha aderito al progetto. Ma a parlare con i giovani ci saranno anche Teo Teocoli, Mario Biondi (nella foto), Pintus, Baz e gli speaker e gli artisti di Radio 105 in tour in diretta anche da Marina di Ragusa.

Intanto ieri sera si è svolto un nuovo appuntamento del progetto “Io bevo sicuro” con il concerto, in piazza Torre, dei “Brothers in the street”, la cover band ragusana dei Dire Strait composta da Claudio Occhipinti alla voce, Daniele Mazza ed Eugenio Iacono alle chitarre, Andrea Gulino al basso, Ottaviano Dimartino alla batteria ed Enzo Licitra alle tastiere. Il Met, locale che ha aderito all’iniziativa, ha promosso lo sconto sui cocktail analcolici mentre le hostess hanno incontrato i giovani per sottoporre un questionario sull’uso dell’alcool con domande predisposte dal Sert che collabora attivamente al progetto.

“Ringrazio fortemente il Sert – spiega ancora Barone – perché ha aderito all’iniziativa e mediante il questionario andremo a realizzare uno screening, finora inesistente, sull’alcool e i giovani di Ragusa. Il Sert, con Pippo Mustile che ringrazio, si è occupato anche di formare i barman spiegando il comportamento da tenere dinnanzi ad un cliente particolarmente brillo”. Nei prossimi giorni saranno disponibili anche degli etilometri monouso che saranno consegnati ai giovani che ne faranno richiesta.