Ieri mattina presso la Questura di Ragusa, si è svolta la cerimonia di intitolazione di una opera scultorea alla memoria di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, rispettivamente Agente Scelto e Agente della Polizia di Stato, barbaramente uccisi il 4 ottobre scorso a Trieste.

Il momento commemorativo è stato preceduto dalla proiezione di un video realizzato dalla Polizia Scientifica in ricordo dei colleghi caduti presso la Sala Filippo Raciti, dopo il quale il Questore, dr.ssa Pinuccia Albertina Agnello, si è soffermata sul dolore per la perdita di “due figli della nostra Amministrazione” e di come tale infausto evento abbia suscitato sentimenti di vicinanza di tutte le componenti Istituzionali e di cittadini.

La scultura, intitolata “Figli delle stelle”, è stata donata dal maestro Alfio Nicolosi.

Il Questore ha ringraziato lo scultore per la sensibilità del gesto, testimonianza tangibile della vicinanza alla Polizia di Stato ed alle Forze dell’Ordine.

I presenti si sono poi recati nei pressi dell’ingresso della Questura per scopertura dell’opera, nella quale l’esecutore ha saputo cogliere e valorizzare le “semplici” peculiarità della materia impiegata, mettendo in risalto le forme cromatiche e le venature cangianti, raffigurando due volti avvinti in un abbraccio senza fine.

A conclusione dell’iniziativa tutte le autorità intervenute, civili, militari e religiose, nonché lo stesso autore dell’opera che ha presenziato alla cerimonia, si sono raccolte in un momento di preghiera officiato dal Vescovo Monsignor Carmelo Cuttitta e dal Cappellano della Polizia di Stato, Padre Giuseppe Ramondazzo.