Un marocchino di 27 anni è stato deunciato in stato di libertà poichè ritenuto responsabile dei reati di danneggiamento, minacce, percosse e resistenza a Pubblico Ufficiale.

I fatti sono accaduti a Ragusa, erano le 2.35 dello scorso martedì quando  su segnalazione della Sala Operativa, gli Agenti della Squadra Volante della Questura, sono intervenuti in Piazza San Giovanni, per un soggetto in escandescenza che aveva aggredito il titolare di un locale ubicato in zona centro. Non appena giungeva la Volante della Polizia, l’uomo si dava a precipitosa fuga; dopo un rocambolesco inseguimento appiedato per i vicoli del centro storico, i Poliziotti riuscivano con non poche difficoltà a bloccare l’uomo che veniva identificato; lo stesso si scagliava anche contro gli agenti con minacce e insulti.

Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che il Marocchino insieme ad un altro soggetto ancora in corso di identificazione, si era recato in un locale del centro storico ed aveva preteso di potersi sedere ad un tavolo che era già prenotato; al rifiuto da parte di un dipendente dell’esercizio pubblico, il Marocchino ha subito iniziato a spintonarlo, minacciarlo ed insultarlo.

Successivamente i Poliziotti accertavano che nel corso della stessa serata, il Marocchino aveva danneggiato anche delle auto in sosta.

Il ventisettenne è risultato essere irregolare sul territorio nazionale pertanto, a suo carico, previo Nulla Osta da parte dell’Autorità Giudiziaria, è stato emesso il Decreto di Espulsione con contestuale trattenimento presso il C.P.R. di Caltanissetta.