Dieci cittadini tunisini sono indagati dalla Guardia di finanza di Ragusa, che nell’ambito dell’operazione “Dark money” ha notificato gli avvisi di conclusione indagini per un giro da otto milioni di euro in un paio d’anni. Denaro che, secondo il nucleo di polizia economica e finanziaria, coordinato dalla procura di Ragusa, sarebbe stato trasferito con modalità illecite.La base dell’attività era situata nel Ragusano, tra Acate, Vittoria, Scicli e Santa Croce Camerina.

Circa 200 i soggetti titolari di carte prepagate sulle quali operavano circa

Continua a leggere NoveTv

la nostra Lettura diventa Premium

Sostienici o Accedi per sbloccare il contenuto!


SOSTIENICI


Hai perso la password?