“Impegnati a fare rispettare i divieti e ignari delle mille problematiche legati al vivibilità di piazza San Giovanni a Ragusa”. La denuncia è del direttivo di Confimprese iblea.  Un duro attacco alla polizia locale rea di fare rispettare in maniera tassativa i divieti di ingresso dei mezzi utilizzati per il carico delle merci in piazza San Giovanni.

“Siamo dinanzi all’ennesimo paradosso – denunciano il presidente territoriale Peppe Occhipinti e il presidente provinciale, Pippo Occhipinti  – da una parte si chiede il rispetto dei divieti. Dall’alto si ignora – vedi la rissa scoppiata l’altro pomeriggio – che in questa zona della città c’è un problema legato alla vivibilità e al decoro. E’ chiaro che il rispetto delle regole vale per tutti: commercianti e fruitori della piazza. Troppo spesso assistiamo a scene di vero e proprio far west. La stessa solerzia della polizia locale la si dovrebbe utilizzare per controllare il territorio”.

Confimprese chiede un tavolo di confronto con l’amministrazione comunale sulle mille problematiche legate al centro storico.

“Intervenire attivamente in un’ottica di cittadinanza attiva – aggiungono i responsabili di Confimprese –  nella convinzione che questo sia il percorso per risollevare l’aspetto e la vivibilità della nostra amata Ragusa”.