“Graziella Schininà ha rappresentato Ragusa, la Sicilia e l’Italia ai Campionati europei di boxe in Georgia, e l’ha fatto con grinta inscalfibile e con la serenità del suo sorriso. La medaglia d’argentto che porta al collo ne è la più lucente delle prove. Tornata a casa, abbiamo voluto accoglierla per tributarle gli onori che merita”. Così ieri il sindaco di Ragusa Peppe Cassì, che ha incontrato la giovane atleta.

Graziella Schininà, 15 anni, ha conquistato la medaglia di argento agli Europei di Tblisi. E’ stata la più giovane della rappresentativa azzurra, battuta in finale dalla cipriota Laila Abdullatif, già campionessa europea nel 2019.

La ragusana è riuscita a piazzare dei buoni colpi nel corso del match, ha cercato di reagire tra primo e secondo round alle sequenze sinistro destro dell’avversaria più esperta. Alla fine per lei il secondo gradino del podio, nella sua categoria: Light Fly 48 chilogrammi.

La quindicenne ragusana ieri era accompagnata dal papà Emanuele, ex campione italiano di pugilato che è anche il suo allenatore, è stata festeggiata al Comune dal sindaco Peppe Cassì, presenti gli assessori allo sport Eugenia Spata, l’assessore al turismo Ciccio Barone, il consigliere comunale Sergio Schininà.

La giovane campionessa, visibilmente emozionata, ha raccontato la sua bella esperienza che l’ha vista approdare al match della finale della categoria light affrontando sul ring la forte cipriota Abdullatif.

Il sindaco Cassì si è complimentato con l’atleta per il risultato ottenuto che le ha permesso di conquistare la medaglia d’argento rappresentando degnamente Ragusa, la Sicilia e l’Italia ai Campionati europei di boxe.

A Graziella Schininà è stata consegnata una targa ricordo, come riconoscimento per la medaglia d’argento ottenuta.