Dopo l’esito positivo dei collaudi, è operativa la Tac di ultima generazione nel reparto Radiologia dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Ragusa. L’investimento, realizzato dall’ASP sulla scorta dell’adesione a un Accordo quadro Consip, rientra nella missione 6 del PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (componente ‘Grandi Apparecchiature’), che ha già visto l’attivazione, in anticipo sui tempi stabiliti, di due tomografi computerizzati all’ospedale “Maggiore-Baglieri” di Modica.

L’apparecchiatura installata presso il “Giovanni Paolo II”, nei giorni scorsi, è stata messa in funzione dall’équipe del dott. Francesco Floridia, direttore della Struttura complessa di Diagnostica per Immagini, e ha lo scopo di produrre immagini della testa e del corpo mediante la ricostruzione al computer dei dati di trasmissione dei raggi X presi a diverse angolazioni e piani.

“Si tratta di uno strumento all’avanguardia – dice il Commissario straordinario dell’ASP di Ragusa, dott. Giuseppe Drago – che implementa la diagnostica per immagini e, di conseguenza, contribuisce allo sviluppo tecnologico delle apparecchiature in dote all’Azienda. L’obiettivo è mettere a disposizione dei cittadini degli strumenti che siano in grado di effettuare esami dettagliati e ad elevata precisione”.