centro prima accoglienza pozzalloUn immigrato somalo, ospite del centro di prima accoglienza di Pozzallo è stato trovato in coma etilico in pieno centro cittadino a pozzallo la scorsa notte.

I carabinieri smentiscono categoricamente la notizia di un’indagine per violenza o aggressioni da pare dei due uomini, nei confronti del somalo per una sigaretta.

Il somalo, secondo quanto riferiscono i carabinieri, si era allontanato , com’è permesso fare, dal centro di prima accoglienza ed aveva alzato il gomito entrando in un acuto stato di ebbrezza. Sono stati i passanti a segnalare la presenza del somalo buttato a terra incosciente e a far intervenire l’ambulanza del 118. Arrivato in ospedale i medici hanno effettuato una terapia d’urto per rianimarlo ed è stato subito dimesso. Non c’è alcuna indagine da parte dei militari dell’arma che hanno anche riferito che nella cartella clinica è registrato l’ingresso del somalo in ospedale in stato d’ebbrezza e non perché vittima di percosse.

Dall’altra parte c’è una cittadinanza allarmata per questi fatti. Pozzallo, come tutta la provincia iblea è ospitale e sensibile ai casi di disperazione degli immigrati che chiedono un riscatto ed una nuova vita ma non intendono vedere minata anche la loro serenità e soprattutto il decoro ed il rispetto di chi li ospita.

Viviana Sammito

Fonte:lagazzettaiblea.it