Il Gip del Tribunale di Modica, a seguito delle indagini condotte dalla GdF di Pozzallo, ha disposto il sequestro di circa 50 immobili, tra garage e abitazioni.

Il valore dei suddetti immobili ammonta a non meno di 5 milioni di euro.

I controlli coordinati dalla Procura della Repubblica di Modica e condotte dalla GdF di Pozzallo, sono finalizzati al contrasto dell’abusivismo edilizio.

Dalle indagini è emerso che l’impresa che ha operato i lavori, ha modificato i sottotetti, dichiarati non abitabili, in vere e proprie abitazioni, non rispettando così, le elementari norme di sicurezza, soprattutto dal punto di vista strutturale, dato che , le fondamenta non erano predisposte a sostenere il peso dei piani in più edificati.

Da ciò, il Procuratore della Repubblica di Modica, Francesco Puleio, ha posto sotto sequestro gli immobili.

Tutti i responsabili di tali strutture, dall’impresa costruttrice, al direttore dei lavori ed il responsabile delle opere strutturali sono indagati per il reato di abusivismo edilizio.