Questa mattina, il Sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, nella sua sede di Palazzo La Pira, ha ospitato la moglie del famoso artista pozzallese Valente Assenza, Erika Steinhagen e le figlie Angela ed Eliana Assenza.

Nel corso del cordiale incontro le figlie hanno portato a conoscenza del primo cittadino che sono stati ritrovati alcuni lavori di guerra in Africa, risalenti agli anni 1935-1937.

Si tratta di schizzi realizzati ad inchiostro della vita africana e quadri ad olio. Valente Assenza, durante la guerra, fece una esperienza che in Eritrea ed Etiopia, e anche di questa periodo sono stati ritrovati schizzi raffiguranti cadaveri e scheletri e fotografie sue e di altri militari.

Il diario di guerra, che è stato trascritto fedelmente, rappresenta un documento dalla valenza storica importante e uno dei pochi racconti di chi la guerra la visse dal di dentro. Tra gli schizzi anche quelli di capo villaggio etiopi, che rappresentano degli inediti per l’artista pozzallese.

Il 9 luglio del 2014 ricorrerà il centenario della nascita dell’artista Valente Assenza e per questo motivo la professoressa Grazia Dormiente, nota storica pozzallese, presente all’incontro odierno, ha proposto all’amministrazione un programma per il centenario. Tra le proposte quelle di una dedicare una statua all’artista, la costituzione di un comitato per le celebrazioni del centenario, una pubblicazione ed una installazione di lapide commemorativa, la realizzazione di una mostra antologica con relativo catalogo.

’ stato proposto anche il coinvolgimento delle scuole per la realizzazione di un itinerario culturale ibleo delle opere della famiglia Assenza.
Il Sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, presente all’incontro insieme all’assessore alla cultura Rossella Smarrocchio e all’esperto, il prof. Paolo Celestre, hanno accettato di buon grado la proposta proveniente dalla famiglia Assenza e dalla professoressa Dormiente, dando la disponibilità affinchè l’artista pozzallese, nel suo centenario, possa essere ricordato come merita.