L’ultima allerta in ordine di tempo contro le truffe segnalata dalla Polizia Postale riguarda una nuova campagna di phishing: i truffatori, al fine di carpire i dati bancari delle vittime, le inducono, attraverso un SMS apparentemente riconducibile a una nota piattaforma di streaming, a cliccare su un link per confermare i dati. Il messaggio che avvisa l’utente che il suo ultimo pagamento è stato rifiutato, contiene un link che lo reindirizza su un sito clone sul quale viene richiesto di inserire i propri dati personali e bancari per rinnovare l’abbonamento.

Attraverso questa operazione, però, i dati verranno forniti al truffatore che li utilizzerà successivamente in maniera fraudolenta.

Se sei cliente di una piattaforma che offre servizi di streaming, il primo consiglio è in ogni caso quello di non cliccare mai sui link ricevuti ma di loggarsi direttamente sulla piattaforma ufficiale, tramite browser o dall’applicazione. E’ inoltre sempre consigliato di verificare nella sezione di gestione del profilo, lo stato dell’abbonamento e dei pagamenti e di aggiornare le informazioni necessarie esclusivamente attraverso questo canale. In generale, è importante non inserire mai dati personali e bancari, specialmente se si viene reindirizzati su un sito dopo aver cliccato su un link contenuto in un messaggio ricevuto.