“C’era una volta il Ciccio Scapellato. Lo stadio legato ai fasti dello Scicli calcio, o ai concerti degli anni ottanta. Oggi non c’è più.” Così si apre un lungo comunicato stampa a firma del Partito Democratico di Scicli.

Nel comunicato si legge: “Da un sopralluogo di una nostra delegazione  al campo sportivo comunale è emerso che:

  • non c’è un terreno di gioco adeguato, nemmeno per la più bassa delle categorie di calcio;
  • non esiste un impianto d’illuminazione degno di tale nome;
  • l’impianto idrico da tempo è fatiscente;
  • non esistono più gli alberi di eucalipto;
  • non esistono bagni pubblici.

Ma ciò che è più grave, è che l’area viene decantata come la cosa più bella realizzata al villaggio Jungi! Forse è tempo di pensare ad una nuova struttura da collocare altrove, perché il disastro ormai è completo e sembrerebbe irrecuperabile.




Lo sport è uno degli indici della qualità di vita di una società, determina un ritorno in termini di benessere, non suscettibile di una quantificazione in termini economici, ma fondamentale per la crescita di una comunità.

E’ tempo di affrontare e risolvere definitivamente la questione dell’impiantistica sportiva, soprattutto per il calcio, perché la situazione esistente non era una base sufficiente qualche anno fa, ma risulta definitivamente compromessa dall’immobilismo della Giunta uscente.

A trasformare tutto in beffa – si legge ancora nel documento -, è poi la pluriennale favola della piscina comunale, con tanto di finanziamenti ciclicamente annunciati dall’On.le Ragusa, e mai trasformati in nulla di concreto!

Allora è il caso di concertare con le società che ancora resistono nella loro preziosa attività, soluzioni innovative e concrete. In mancanza di fondi pubblici comunali, bisogna infatti fare ricorso al credito sportivo presso il Coni, ed avere uffici pubblici capaci di intercettare ogni finanziamento utile da parte di altri enti.




Il Partito Democratico intente perseguire questi percorsi virtuosi, dare risposte alle esigenze delle società sportive che dimostrano con

Continua a leggere NoveTv

la nostra Lettura diventa Premium

Sostienici o Accedi per sbloccare il contenuto!


SOSTIENICI


Hai perso la password?