A Noto ieri l’Infiorata di via Nicolaci.

Quest’anno edizione speciale per non interrompere la tradizione e lanciare un messaggio di ripartenza al mondo intero.

“La Bellezza è più forte della Paura”

La Bellezza è più forte della paura, parole pronunciate da Beppe Fiorello in questa edizione speciale dell’Infiorata di Noto. Un’Infiorata simbolica, un segno di ripartenza con via Nicolaci vuota, in silenzio, un silenzio spezzato dal cantautore Mario Incudine che ha portato nelle vie Patrimonio dell’Umanità una serie di Cunti e di Canti speciali, simboli di amore e resilienza per Noto e per il Mondo intero, accompagnato dal Maestro AntonioVasta.

Un video ha annunciato l’arrivo dell’Infiorata 2020 in versione speciale; special guest Chiara Ferragni, Leo Gullotta, Margareth Madè, Giuseppe Zeno e Beppe Fiorello: ciascuno di loro ha rivolto un augurio a Noto ed alla sua comunità, sposando l’idea del sindaco Corrado Bonfanti e della sua Amministrazione di non abbandonare le tradizioni e trasformare l’evento clou organizzato in città come segnale, ben augurante, di ripartenza.

Il sindaco di Noto ha voluto organizzare ugualmente la storica manifestazione “nell’ultimo periodo l’infiorata ha lanciato messaggi importanti, a Noto si sono incontrate diverse culture, lanciando messaggi di fratellanza, di ospitalità, abbiamo conosciuto altre tradizioni, per questo non ho voluto stoppare l’evento – ha detto il Sindaco -, seppur in silenzio, simbolicamente, vogliamo dire che ora, dopo l’emergenza, dobbiamo ripartire, dobbiamo rialzarci come tante volte abbiamo fatto, un messaggio che parte da Noto e che grazie all’infiorata arriva in tutto il Mondo”.