Un gravissimo lutto ha colpito il mondo del cinema e della televisione: è morto a Roma l’attore Roberto Nobile, aveva 75 anni.

Roberto Nobile, ragusano nativo di Verona, era molto legato alla città di Scicli, qualche anno fa aveva detto: “Mio padre era poliziotto, mi portava in Commissariato a Scicli a giocare con la macchina da scrivere quando ero bambino, e poi mi comprava la granita in piazza Busacca”.

A Scicli era tornato nel 2011, sul palco della Festa delle Milizie.

Nel corso della sua lunga carriera ha partecipato a numerose fiction televisive. Tra queste ‘Distretto di Polizia‘ dove ha ricoperto il ruolo del poliziotto Antonio Parmesan. Mentre in ‘Il commissario Montalbano’ interpretava il personaggio di Nicolò Zito, il giornalista di Retelibera, complice e consigliere di Luca Zingaretti in tante indagini de Il commissario Montalbano, ruolo interpretato fin dal 1999. Ma, accanto a tv e molto cinema, è il teatro il filo conduttore della sua carriera.

A causare la morte oggi è stato un improvviso malore.




Ha collaborato con registi importanti come: Gianni Amelio, Giuseppe Tornatore, Michele Placido, Nanni Moretti, Pupi Avati ed Ermanno Olmi.

E’ stato anche scrittore.

In televisione lo ricordiamo in: ‘La piovra’, ‘Ultimo – La sfida’, ‘Distretto di polizia’, ‘Don Matteo’, ‘Stiamo bene insieme’, ‘Luisa Sanfelice’, ‘Raccontami una storia’, ‘Giovanni Paolo II’, ‘Chiara e Francesco’, ‘Io ti assolvo’, ‘Il commissario Manara’, ‘Amanda Knox’, ‘Squadra mobile’, ‘Baciato dal sole’, ‘Maltese’ e ‘Gli orologi del diavolo’.

In diverse occasioni lo avevamo incontrato, pubblichiamo qui di seguito l’intervista realizzata nel novembre 2012 in occasione della presentazione del libro “L’ospedale della lingua italiana”