I Carabinieri della Stazione di Modica hanno tratto in arresto in flagranza dei reati di atti persecutori e di lesioni personali un cittadino di origini rumene di 33 anni, residente da diversi anni a Modica (N.R. le sue iniziali).

L’attività investigativa dei militari dell’Arma è scaturita dalla denuncia presentata dalla giovanissima ex convivente dell’uomo che, ponendo fiducia nell’operato dei Carabinieri ha riferito i lunghi mesi di lockdown costellati da aggressioni, violenze, minacce e offese che l’avevano costretta a cambiare casa, non appena la rinnovata possibilità di movimento dopo il lockdown per la pandemia, le aveva permesso di attivarsi per scappare di casa.




Il racconto della giovane straniera è stato interrotto da vari momenti di

Continua a leggere NoveTv

la nostra Lettura diventa Premium

Sostienici o Accedi per sbloccare il contenuto!


SOSTIENICI


Hai perso la password?