La Polizia Locale di Modica ha deferito alla Procura della Repubblica di Ragusa la proprietaria di un immobile del centro storico, per avere realizzato opere edili, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, senza permesso di costruire.

In buona sostanza la donna aveva eseguito le opere senza darne preavviso allo Sportello Unico del Comune, senza la preventiva autorizzazione dell’Ufficio del Genio Civile e senza la direzione di un tecnico abilitato. Nei fatti, era stato realizzato un piano aggiuntivo nell’immobile che la 31enne aveva acquistato da terzi.

Il Nucleo Operativo di Polizia Edilizia, supportato dai tecnici del Settore Urbanistica, ha valutato le irregolarità che, come si diceva, oltre alla mancata di autorizzazioni, erano state realizzate  in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, ai sensi del D.A. 1346 del 2016 del Piano Paesistico della Provincia Regionale di Ragusa, senza il preventivo nulla osta della Soprintendenza ai beni culturali ed ambientali.