Al via una serie di controlli effettuati con servizio congiunto tra la polizia locale e il Commissariato di Polizia di Stato contro il fenomeno dei fracassoni, vale a dire giovani su ciclomotori non conformi alla legge, dunque, fortemente rumorosi e con atteggiamenti, da parte del conducente che creano pericolo per l’incolumità pubblica.

I controlli hanno riguardato il Quartiere Pizzo, la Circonvallazione Ortisiana e Corso San Giorgio.

Negli ultimi giorni sono pervenute, varie segnalazioni di cittadini che hanno sollevato il problema dei “motorini rumorosi”.   A volte i passaggi non sono sporadici ma continuati rendendo il rumore frequente, fastidioso e, alla fine, intollerabile. Sono state elevate una serie di sanzioni nei confronti degli scooteristi che, a causa del rumore, disturbavano i residenti. Nel particolare sono state elevate dieci sanzioni ad altrettanti scooteristi “molesti”, per lo più minorenni, che scorrazzavano per le strade cittadine. La sanzione prevista per l’eccessiva rumorosità dei ciclomotori va da un minimo di 41 ed un massimo di 168 Euro. Spesso i ciclomotori circolano con la marmitta volutamente manomessa per aumentare le prestazioni del due ruote.

La polizia locale ha pure sottoposto a fermo amministrativo sei ciclomotori che percorrevano ad alta velocità il Corso Garibaldi su una sola ruota.

I controlli, come concordato tra il Sig. Questore, Vincenzo Trombadore, ed il sindaco, Maria Monisteri, continueranno anche nei prossimi giorni.