I Carabinieri della Stazione di Modica in collaborazione con l’aliquota Radiomobile hanno deferito in stato di libertà un soggetto per i furti occorsi l’altra notte a Frigintini ed hanno recuperato l’intera refurtiva, restituendola ai legittimi proprietari.

Le operazioni dell’Arma dei Carabinieri, presente ogni giorno con numerose pattuglie su tutto il territorio modicano, sono iniziate a prima mattina di ieri quando erano stati segnalati alcuni furti in attività commerciali di Frigintini.

Il personale è intervenuto per svolgere le prime operazioni di sopralluogo, successivamente i primi indizi raccolti dagli uomini della Compagnia di Modica hanno permesso di giungere all’identificazione di un possibile sospettato che era ospite in una comunità di Frigintini per scopi terapeutici ed era sottoposto a misura sostitutiva della detenzione. La perquisizione svolta presso la stanza del giovane di origini campane ha permesso di rinvenire buona parte della refurtiva e di riconsegnarla ai legittimi proprietari.

Nel corso della notte la sortita del ragazzo gli aveva fruttato un bottino di alcune decine di euro in monetine, ed alcuni utensili sottratti alle attività commerciali quali motosega, smerigliatrice, manico di trapano, con un danno di alcune migliaia di euro legate ai danneggiamenti degli infissi che il giovane aveva infranto per entrare nelle abitazioni e nei negozi.




A.B. (le sue iniziali) è stato deferito a piede libero alla Procura di Ragusa per furto e ricettazione,  è stato accompagnato in carcere per altri provvedimenti.

Le numerose pattuglie dell’Arma dei Carabinieri, fanno sapere dal Comando, continueranno a garantire accurati e quotidiani servizi di controllo del territorio in tutto il territorio di Modica.