L’omaggio a Pietro Scollo, indimenticato massaggiatore del Modica di quarant’anni fa quando i rossoblù conquistarono, per la prima volta, la C2, ha messo fine all’album dei ricordi di quell’anno irripetibile.

Una delegazione di giocatori di quel 1981 ( Migliore, Zappa, Rosa Colucci (ex rossoblù e  giocatore dell’Akragas quell’anno), Giannone, Galazzo, Bodi, Secondo, Botte, Di Emanuele e Bobba) hanno reso omaggio alla tomba dello Zio Pietro, presente il figlio Elio.




Il capitano di quel tempo, Peppe Di Emanuele, ha deposto un bouquet di rose rossoblù ai piedi dell’edicola funeraria che raccoglie le spoglie di quell’uomo che seppe costruire un pezzo importante di quella gloriosa vittoria modicana.

Ieri sera nell’atrio di Palazzo San Domenico, al

Continua a leggere NoveTv

la nostra Lettura diventa Premium

Sostienici o Accedi per sbloccare il contenuto!


SOSTIENICI


Hai perso la password?